manifesto

Siamo una community di sognatori da tutto il mondo!

Sogniamo di diventare il moltiplicatore della nuova generazione di artisti.
Crediamo che l’arte debba essere per chiunque e che ogni cosa possa essere una tela da riempire di luce o ombreggiature, colore, sfumature o scale di grigi.
Vogliamo promuovere un mecenatismo moderno e diffuso da congiungere all’élite dei benefattori. Vogliamo che l’arte sia di tutti e per tutti quelli che sono disposti ad accoglierla e ad amarla, senza che qualcuno la selezioni prima di darle luce, senza l’intermediazione che la filtri, senza la critica che la scomponga e la riduca a prodotto ignorandone il processo.

Vogliamo ridare all’arte il suo significato originario. Strumento di riflessione. Attrezzo emozionale. Congegno spirituale. Organo irrazionale. E vogliamo rimettere il talento dell’artista al centro. L’idea come fulcro del suo valore creativo. Il perché di un’opera come vantaggio. Il come è realizzata, un punto di forza che ridona all’artista dignità e valore.

Vogliamo aiutare la creatività contemporanea ad emergere. Mostrare i volti dei suoi creatori troppo spesso nascosti. Una rivoluzione nel modo di far conoscere l’arte. Dare ai diamanti grezzi i mezzi per brillare. Portare i più meritevoli ai concorsi nazionali e internazionali. Siamo l’evoluzione del «Caffè d’artista». Un luogo d’incontro. Tra artisti. Per artisti. Insieme agli artisti. Per tutti coloro che vogliono avvicinarsi all’arte. Siamo un movimento di cuori che battono all’unisono per svincolare l’arte dai musei o dal cassetto dei sogni irrealizzati. Vogliamo dare forza all’arte dei giovani artisti, così da permetterle di correre per strada, in rete, sui palazzi, nelle case.

Perchè: perché il talento abbia una possibilità e non rimanga nascosto. Perché sia fruibile da tutti e diffuso senza filtri.

Come: con ogni mezzo possibile di diffusione. Per noi non ci sono musei ed ogni cosa è un museo. Aiutando chi da solo non si sa aiutare. Parla di noi, acquista un’opera o semplicemente condividi quello che facciamo con più persone possibili! Ci aiuterai nella nostra supermissione.

Cosa: l’arte nascosta. Quella fatta di sogni. Quella timida che merita di essere ascoltata perché troppo spesso è costretta nel silenzio di un piccolo laboratorio. Quella che rende le parole superflue ma che ha bisogno di una spintarella per mettersi in gioco.

I nostri valori: la condivisione, gli altri, la passione, la consapevolezza, il sogno che esce dal cassetto e diventa realtà a portata di mano, la solidarietà, la gratitudine, l’attenzione all’uomo, il gioco di squadra, la fiducia nel futuro, in sé stessi e nel prossimo.

La missione di teelent ART nero su bianco

Hai appena letto il manifesto di Teelent.
Sì un manifesto proprio come fanno le correnti artistiche per imprimere nero su bianco il proprio credo, la propria filosofia e soprattutto per dichiarare apertamente quanto sia potente il desiderio di realizzare questo sogno.

Il progetto di TEELENT ha un disegno davvero semplice.
Tutto concorre alla visibilità dell’artista questo per creare sempre più autorevolezza e riconoscibilità agli occhi di chi ama l’arte e vuole diffonderla premiando la bellezza e il talento.

Da questa filosofia nasce il nostro primo contest / manifesto che rivela la pura filosofia e il concetto che abbiamo del fare arte del divulgarla (soprattutto).

ci si ferma solo per ripartire

Sì, belle le parole, efficaci e coinvolgenti ma poi serve davvero fare qualcosa. Ecco perché è nato il nostro primo contest: per dare forma e colore al nostro manifesto. Perché diventasse non solo un susseguirsi di belle parole su un foglio che ci siamo stampati a caratteri cubitali ma un messaggio da poter guardare, un grido condiviso tra noi e gli artisti che hanno deciso di unirsi al nostro movimento. L’abbiamo chiamato St_Art ed ecco di cosa si tratta.

In ogni STOP c’è sempre uno START, una ripartenza.
È stato così nella storia, nell’economia ed è cosi nella vita. Ogni volta che incontri un cartello di STOP ti fermi ma solo per ripartire! St_Art nasconde il nostro credo rivoluzionario. Per questo abbiamo chiesto agli artisti di realizzare un artwork che avesse come base di lavoro lo “Stop”: un gesto simbolico e concreto per dire basta allo stare fermi di fronte alle difficoltà che spesso sono frutto del nostro stesso atteggiamento e dare il via a tutta la nostra arte da far vedere al mondo.

Attenzione! Nessun cartello dello stop è stato maltrattato durante il contest…
Immaginate la nostra sorpresa e la soddisfazione (forse un po’ amara) quando abbiamo visto oltre 500 STARTWORK postati nella galleria digitale d’arte che è diventata la più grande e popolata dei social.